Paul-Louis Courier

épistolier, pamphlétaire, helléniste
photo1 photo2
 

La Touraine contemporanea

Ponete il topo sull'immagine, una lente di ingrandimento è attivata,
si aumenta/diminuisce la taglia di questo lente di ingrandimento e/o dello zoom
cliccando sul bottone diritto del topo.

Mappa di Touraine

Q uesta mappa presenta il “ governo di Touraine “ e fu realizzata da Pierre François Tardieu (1711-1774) sotto il dominio di Luigi XV. Questa edizione risale all'epoca di Napoleone, poiché fu impressa intorno al 1806, questo significa che all'epoca di Courier era ancora valida.
I principali corsi d'acqua sono colorati di blu. Da nord a sud : La Loire, lo Cher, l' Indre e la Vienne. L'ortografia originale è stata conservata ma si trova tra parentesi quella attuale.

La Loire :

S e partiamo da Tours verso l'est, risalendo la Loire, arriviamo a Amboise, fino a Blois.
Se, sempre partendo da Tours, ma questa volta verso l'ovest, seguiamo in discesa il corso, passiamo da Luines( Luynes), S.(aint) Mars (Cinq-Mars) e raggiungiamo la confluenza con la Vienne.
A nord di Luines si trova una foresta.
Al limite ovest di quest'ultima riconosciamo la Filoniere ( la Filonnière), acquistata da Jean-Paul Courier nel 1782. È all'epoca del suo soggiorno in questo luogo nel novembre 1816 che Courier sentì parlare degli arresti sopraggiunti a Luines nella primavera precedente.
Un fiume si separa il Filoniere da Perenay (Pernay) dove Courier fu messo in pensione in 1779.
Al sud-est di Perenay, Mazieres (Mazières),; è là che i genitori di Courier si sposarono e dove è localizzato il Breuil che non è quello che si vede immediatamente a nord di Luines.

Lo Cher :

Le Cher Cher in Saint-Avertin (foto Lautman JP)
 
E sso attraversa Montrichard, Blézé, Azé (Azay-sur-Cher), Roujon (Roujou), Verets (Véretz), Larçay e S.Avertin les Tours (Saint-Avertin). All'altezza di Saint-Avertin lo Cher si divide in due formando un'isola. Il più lungo dei due, il ponte nord, venne distrutto. A sud di Saint-Avertin vediamo la foresta di Larçay (colorata di verde) che attraversa la route di Cormery.
Le Porteau è ubicato a sud di questa foresta. La locanda du Chêne Pendu, in cui fu tramato l'assassinio di Courier, si trova sulla route de Cormery, esattamente all'altezza della « P » del «  Porteau ».
La Chavonnière si trova all'altezza della lettera “j” di Roujon. Courier raggiungeva il comune di Verets,Larçay e S.Avertin a cavallo o in carrozza. Per arrivare a piedi dalla Chavonnière alla foresta ci voleva circa un'ora.
Per andare a Tours doveva attraversare lo Cher il per mezzo di un charrière, traghetto di grande taglia o di una chiatta, di taglia inferiore o passando il ponte S.(Santo, Salvatore, chiesto in prestito anche da Balzac quando si rendeva a piedi a Saché, da M. di Margonne.
Il primo ponte di Véretz fu inaugurato in maggio 1855 soldi uno dei numerosi vaglia del sindaco Auguste Herpin che aveva conosciuto bene Courier. Ad altezza di Santo-Avertin, all'inizio degli anni 60, il deputato-sindaco di Tours Jean Royer fece deviare il corso dall'anziano Caro per viabiliser le terre dintorno.
Vetusti, le strade di Touraine erano impraticabili in inverno.
Per venire da Parigi fino a Tours o Amboise, le diligenze alla comodità tutto relativa impiegavano 24 ore. Bisognava guadagnare poi a piedi Verets o per mezzo di un'automobile venuta tutto apposta. Si comprende che i numerosi ceffoni Parigi-Touraine contribuirono a rovinare lo stato di salute di Courier ed a scalzare il morale di Herminie durante le lunghe assenze di suo marito.


ligne

Home